SERVICES

«Trasporti, investiremo sull’automazione» / INTERVISTA

Bruxelles - Moedas, commissario europeo per la Ricerca: «Abbiamo recuperato il divario con gli Stati Uniti e il Giappone»

Bruxelles - Da novembre 2014 Carlos Moedas è il Commissario europeo per la ricerca, la scienza e l’innovazione. Già sottosegretario alla presidenza del Consiglio del Portogallo e deputato nazionale per il partito social-democratico, Moedas ha il compito di promuovere le eccellenze della ricerca europea e di rafforzare la capacità di innovazione in tutti gli Stati membri. Con una laurea in ingegneria civile e un master in business administration conseguito ad Harvard, il nuovo commissario alla ricerca controllerà che i programmi di finanziamento di Horizon 2020 siano in linea con il pacchetto per gli investimenti lanciato da Jean-Claude Juncker.

Da meno di un anno, lei è il nuovo Commissario europeo per la ricerca, la scienza e l’innovazione. Quali sono i principali obiettivi del suo mandato?
«Per realizzare il nostro programma politico e per ripristinare la crescita e la competitività sostenibile in Europa, abbiamo bisogno di solide basi di innovazione e di eccellenza, sia nel campo della scienza che della ricerca. Ci sono tre obiettivi chiave che dall’inizio del mio mandato di Commissario europeo mi sono prefissato. Il primo è di favorire tutte le condizioni che consentono di sfruttare al meglio le potenzialità europee della ricerca, della scienza e dell’innovazione (...)».


REGISTRATI E LEGGI GRATUITAMENTE L’ARTICOLO COMPLETO

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››