SERVICES

Vitrociset, Pinotti: «Possiamo utilizzare il golden power»

Bruxelles - Lo ha detto la ministra della Difesa, Roberta Pinotti, all’arrivo al Consiglio Ester/Difesa della Ue, per la firma delle Pesco che metteranno in pratica la politica di difesa comune europea.

Bruxelles - Il governo può utilizzare il “golden power” sulla Vitrociset, l’azienda informatica che ha contratti di importanza strategica per il Paese, emersa nei Paradise Paper e che sarebbe sul punto di essere ceduta. Lo ha detto la ministra della Difesa, Roberta Pinotti, all’arrivo al Consiglio Ester/Difesa della Ue, per la firma delle Pesco che metteranno in pratica la politica di difesa comune europea.

«Come evidente anche da notizia stampa il “golden power”, che risiede a Palazzo Chigi come strumento di verifica, è uno strumento che noi possiamo utilizzare» ha detto Pinotti rispondendo alle domande dei giornalisti. «Lo abbiamo già utilizzato nel caso della Piaggio - ha osservato Pinotti - ed ovviamente, anche per quanto riguarda Vitrociset, può essere utilizzato perché per le aziende che operano in campi strategici, e la Vitrociset ha contratti importanti non solo con il ministero della Difesa ma anche col ministero degli interni e comunque su dati sensibili, è importante che ci sia questo potere dello Stato. Il quale deve, appunto, verificare per questioni strategiche anche quelle che sono le tipologie della proprietà».

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››