SERVICES

Offshore in Marocco, Eni si aggiudica i permessi

Roma - Eni ha firmato oggi con la compagnia di stato marocchina Onhym un accordo per l’acquisizione dei permessi esplorativi I-XII della licenza Tarfaya Offshore Shallow, situata nelle acque marocchine dell’Oceano Atlantico.

Roma - Eni ha firmato oggi con la compagnia di stato marocchina Onhym un accordo per l’acquisizione dei permessi esplorativi I-XII della licenza Tarfaya Offshore Shallow, situata nelle acque marocchine dell’Oceano Atlantico, al largo delle città di Sidi Ifni, Tan Tan e Tarfaya. L’accordo, il cui completamento è subordinato all’autorizzazione da parte delle autorità marocchine, prevede l’assegnazione a Eni del ruolo di operatore con una quota di partecipazione del 75% ed il restante 25% alla compagnia di stato Onhym . La licenza esplorativa si estende su di un’area di 23.900 kmq, con una profondità d’acqua variabile da 0 a 1.000 metri, con potenziale di idrocarburi liquidi. A seguito di questo accordo, Eni rafforza la sua posizione in Marocco, in linea con la strategia della società volta a diversificare il proprio portafoglio in nuovi bacini ad alto potenziale di idrocarburi.
Nel paese la società è già presente come operatore nelle licenze Rabat Deep Offshore (Eni 40%, Onhym 25%, Woodside 25%, Chariot 10%) e El Jadida Offshore (Eni 75%, Onhym 25%).

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››