SERVICES

Spagna, blockchain per l’import-export

Genova - I tempi per invio, verifica e autorizzazione dei documenti ridotti da 10 giorni a 2 ore e mezza.

Genova - La seconda banca spagnola, Bbva (Banco Bilbao Vizcaya Argentaria), ha sperimentato per la prima volta, in collaborazione con la società Wave, un programma pilota che utilizza la tecnologia blockchain per automatizzare la presentazione elettronica dei documenti in un’operazione di import-export fra l’Europa e l’America Latina. Le possibilità e i vantaggi competitivi che offrono gli strumenti digitali alla supplychain stanno attirando sempre più gli operatori e gli investitori, anche perché le compagnie marittime, secondo gli esperti, non riescono a trovare una soluzione stabile all’erosione dei noli.

I problemi dei noli sono tornati ad agitare i sonni delle compagnie marittime, dopo un 2017 che invece aveva dato respiro ai bilanci proprio grazie a un aumento delle rate. Appena le compagnie hanno incamerato trimestrali in utile, hanno ricominciato a guardare al mercato, puntando a nuove classi di navi portacontainer da oltre 22 mila teu. Soltanto negli ultimi giorni sono arrivate le notizie di Hhm, che starebbe per ordinare altre 21 unità da qui al giugno 2018, e di Msc, che ha piazzato un ordine per mandare in cantiere 11 proprie navi da ingrandire fino a una capacità di 17.000 teu. I dati forniti da Alphaliner mostrano però che i recenti guadagni non sono per niente stabili.
ACQUISTA UNA COPIA DIGITALE O SCARICA LA APP DELL’AVVISATORE MARITTIMO PER CONTINUARE A LEGGERE

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››