SERVICES

Navi Lss, Parigi e Roma verso la collaborazione

Parigi - La costruzione si dovrebbe tenere presso i cantieri Chantiers de l’Atlantique insieme al gruppo francese Naval Group e la partecipazione dell’italiana Fincantieri, che dovrebbe costruire le sezioni prodiere delle unità in Italia

Parigi - La Francia potrebbe firmare domani per entrare nel programma Occar Lss per la costruzione di nuove unità per il supporto logistico della flotta, secondo l’anticipazione del responsabile dell’approvvigionamento della difesa francese.

Nel corso della conferenza sull’industria e le Marine militare nel mondo, organizzata dall’associazione navale francese (Gican) in collaborazione con la Fondazione per la ricerca strategica francese, a cui ha partecipato anche Fincantieri, il responsabile dell’agenzia per il procurement della difesa francese (Dga) Joël Barre, presentando gli sviluppi a cui il ministero e l’industria nazionale stanno lavorando nel settore della difesa navale, ed evidenziando la necessità di sviluppare programmi congiunti a livello europeo, ha anticipato che domani la Francia dovrebbe entrare nel programma Lss (Logistic Support Ship) gestito dall’organizzazione congiunta per la cooperazione in materia di armamenti Occar. Questo programma è stato lanciato dall’Italia per l’acquisizione delle unità da supporto logistico classe Vulcano in fase di realizzazione per la Marina militare italiana. Secondo quanto è finora trapelato, con questa firma la Francia entra a pieno titolo come membro effettivo del programma dopo un primo passo effettuato nel luglio 2017.

Nell’ambito del programma nazionale Flotlog (Flotte Logistique), la Francia ha un requisito per tre unità più un’opzione di una quarta unità da supporto logistico (Lss) il cui progetto di dimensioni e capacità maggiorate rispetto al programma Lss si basa sullo stesso della Marina militare italiana, in questo caso customizzato per le necessità della Marina francese.

Secondo il bilancio della difesa francese per il 2019, la firma del relativo contratto si terrà proprio con l’inizio del prossimo anno, quando andrà a regime anche la squadra francese per il programma presso l’Occar.

La costruzione si dovrebbe tenere presso i cantieri Chantiers de l’Atlantique insieme al gruppo francese Naval Group e la partecipazione di Fincantieri, che dovrebbe costruire le sezioni prodiere delle unità in Italia.

In aggiunta ad economie di scala sulla progettazione e costruzione, la partecipazione al programma apre la porta a un comune supporto logistico-manutentivo fra le due Marine.

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››