SERVICES

Bio-on, accordo per la bioplastica in Spagna

Milano - Bio-on, società operante nel settore della bioplastica di alta qualità, e Sociedad Cooperativa General Agropecuaria (Acor) hanno firmato un accordo per iniziare una collaborazione tecnica, la prima in Spagna, per studiare e valutare l’opportunità di sfruttare a livello industriale le tecnologie Bio-on

Milano - Bio-on, società operante nel settore della bioplastica di alta qualità, e Sociedad Cooperativa General Agropecuaria (Acor), cooperativa spagnola che produce e commercializza zucchero, oli alimentari, biodiesel, vari prodotti per l’alimentazione animale ed energia elettrica rinnovabile, hanno firmato un accordo per iniziare una collaborazione tecnica, la prima in Spagna, per studiare e valutare l’opportunità di sfruttare a livello industriale le tecnologie Bio-on per la produzione di bioplastiche Pha da sotto-prodotti delle barbabietole da zucchero.

Le due aziende inizieranno a lavorare insieme per realizzare uno studio di fattibilità dedicato e su misura per la realizzazione di un impianto industriale Pha in Spagna, nello stabilimento di Acor situato nel comune di Olmedo.

La selezione di questo sito produttivo specifico garantirà al progetto di beneficiare di sinergie, interconnessioni e servizi comuni con lo zuccherificio senza interferire con la produzione di quest’ultimo e la capacità produttiva annuale sarà stabilita di conseguenza durante l’attuazione del progetto: «Siamo molto soddisfatti di iniziare questo importante viaggio con Bio-on - dichiara J. Carlos Rico Mateo, presidente di Acor - ponendo al centro la valorizzazione delle nostre barbabietole da zucchero come materia prima di un innovativo processo ecologico senza interferire con la produzione di zucchero alimentare. La visione comune delle nostre aziende verso una società più sostenibile ci permetterà di stabilire la base ideale per la realizzazione il primo impianto di produzione di Pha nella penisola iberica».

Nell’ambito di questo accordo, Bio-on concede ad Acor il diritto oneroso ed esclusivo di esercitare un’opzione riguardante lo sfruttamento della tecnologia Bio-on nei territori della Spagna e del Portogallo realizzando un impianto industriale per la produzione e vendita di biopolimeri a base di Pha, a partire da scarti, co-prodotti e sottoprodotti di barbabietola da zucchero.

Tutte le bioplastiche Minerv Phas (poli-idrossi-alcanoati) sono ottenute da fonti vegetali e lipidiche rinnovabili senza alcuna competizione con le filiere alimentari, garantiscono le medesime proprietà termo-meccaniche delle plastiche tradizionali col vantaggio di essere completamente ecosostenibili e biodegradabili al 100% in modo naturale. In più offrono possibilità di applicazione, anche del tutto inedite, in settori dove la plastica tradizionale non è utilizzata: «Bio-on è molto felice di iniziare a lavorare in Spagna con Acor, sarà molto eccitante studiare l’integrazione dell’impianto Phas con il processo di produzione di Olmedo - spiega Marco Astorri, presidente e a.d. di Bio-on -. È un risultato molto positivo e una nuova via di collaborazione per l’azienda Bio-on nel mercato in rapida crescita delle bioplastiche».

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››