SERVICES

L’auto elettrica non decolla e il prezzo del litio crolla

Milano - È quanto sostengono gli analisti di Morgan Stanley, che prevedono un prezzo ben al di sotto della soglia dei 10mila dollari (8.930 euro) per tonnellata per le forniture provenienti dal Sud America.

Milano - L’auto elettrica non decolla e il prezzo del litio, componente essenziale per le batterie di nuova generazione, crolla del 30% in un anno, portandosi a 9.587 dollari (8.600 euro) a tonnellata. È quanto sostengono gli analisti di Morgan Stanley, che prevedono un prezzo ben al di sotto della soglia dei 10mila dollari (8.930 euro) per tonnellata per le forniture provenienti dal Sud America, con una media compresa tra i 7 mila (6.250 euro) e gli 8.100 dollari (7.230 euro) nel 2025. Un vero e proprio tracollo se si pensa che il prezzo del litio è triplicato negli ultimi 4 anni, spinto da stime iniziali di 5 milioni di auto elettriche prodotte nel mondo, che si sono poi rivelate esagerate rispetto ai 2 milioni di veicoli prodotti di fine 2018. Che il mercato dell’auto elettrica sia «in divenire» non ci sono dubbi. Tutti si aspettano una prossima esplosione, ma nessuno sa indicarne la data precisa. Secondo il rapporto “New Energy Finance” di Bloomberg il mercato del litio è destinato a crescere fino a 10 volte tanto entro il 2030, quando le auto elettriche raggiungeranno il 70% del totale.

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››