SERVICES

Ilva, arrivata la lettera: a Genova 599 esuberi, 900 al lavoro invece di 1.499

Genova - Il documento contiene i dettagli sulla produzione che Am Investco intende realizzare, gli organici, i contratti che saranno applicati ai lavoratori che la nuova proprietà intende «selezionare».

Genova - È indirizzata alle organizzazioni dei lavoratori e ai ministeri del Lavoro e dello Sviluppo economico la lettera che Am Investco, la nuova proprietà dell’Ilva, e la gestione commissariale hanno inviato come bozza di lavoro della trattativa che inizierà lunedì 9 ottobre. Il documento contiene i dettagli sulla produzione che Am Investco intende realizzare, gli organici, i contratti che saranno applicati ai lavoratori che la nuova proprietà intende «selezionare». Il documento recita: «I dipendenti saranno selezionati da Am Investco (....) come segue».

Lo schema prevede un organico di 9.885 tra quadri, impiegati e operai: 7.600 a Taranto (invece dei 10.500 attuali), 900 a Genova (invece dei 1.499 attuali, gli esuberi sarebbero dunque 599), 700 a Novi Ligure senza nessun esubero a seguire Milano (160), Racconigi (125), Marghera (45). Nel dettaglio, l’organico di Genova si prevede composto da 25 quadri, 165 impiegati e 710 operai. Quello di Taranto da 130 quadri, 1.140 impiegati e 6.330 operai. Per Novi sono previsti 15 quadri, 135 impiegati e 550 operai. I dirigenti del gruppo sono 45. L’organico complessivo di gruppo - considerando anche Ism, Ilvaform e Taranto Energia - è di 9.930 unità dirigenti compresi (di cui 9.600 per i tre stabilimenti). Lunedì 9 inizia la trattativa sindacale. A Genova si prevedono manifestazioni di protesta.

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››