SERVICES

Fiera Genova, soluzioni non per tutti i dipendenti

Genova - Ricollocazione in vista per 33 su 39 dipendenti della Fiera, e ancora nessuno spiraglio per i lavoratori di Switch. Ieri i sindacati hanno avuto un altro incontro con i soci di Fiera per discutere della ricollocazione dei 39 dipendenti per i quali sono state avviate le procedure di mobilità

Genova - Ricollocazione in vista per 33 su 39 dipendenti della Fiera, e ancora nessuno spiraglio per i lavoratori di Switch. Ieri i sindacati hanno avuto un altro incontro con i soci di Fiera per discutere della ricollocazione dei 39 dipendenti per i quali sono state avviate le procedure di mobilità. Le attese riguardavano soprattutto la Regione da dove è arrivata la disponibilità ad assorbire solo 2 dipendenti in Liguria Digitale e 1 nella Società per Cornigliano, mentre 15 lavoratori dovrebbero finire nella nuova società che nascerà dalle ceneri di Fiera, 9 andranno in società del Comune e 3 sono vicini alla pensione. «Restano 6-7 esuberi e comunque - denuncia Maurizio Fiore, di Filcams Cgil - gli altri lavoratori devono ancora fare i colloqui, quindi non ci sono certezze. Ci rivedremo il 24 marzo ma noi vorremmo che la Regione facesse quello che deve fare un socio con il 26% di Fiera».

Intanto, aspettano i 129 lavoratori di Switch, la società che lavorava per Amiu decapitata dall’inchiesta giudiziaria. Il Comune ha contattato la Prefettura per cercare una soluzione che garantisca la continuità dell’attività, ma la soluzione ancora non c’è.