SERVICES

«Impossibile che jihadisti siano fuggiti via mare da Sirte»

Tripoli - In una dichiarazione all’agenzia libica Lana, il portavoce delle operazioni militari, colonnello Reda Eissa, ha detto che la marina sta «ripulendo totalmente» il litorale di Sirte, proprio per impedire ai miliziani dell’Isis di prendere il mare.

Tripoli - Un ufficiale della Marina militare libica, comandante del settore centrale, che partecipa alle operazioni contro l’Isis in appoggio alle milizie di Al Binyan Al Marsous, sostenute dal Consiglio presidenziale libico, ha «escluso» che i jihadisti possano fuggire da Sirte via mare. In una dichiarazione all’agenzia libica Lana, il portavoce delle operazioni militari, colonnello Reda Eissa, ha detto che la marina sta «ripulendo totalmente» il litorale di Sirte, proprio per impedire ai miliziani dell’Isis di prendere il mare. Eissa ha confermato che fuori dalle acque territoriali libiche stazionano unità della forza navale internazionale. L’ipotesi di un arrivo dei terroristi di Daesh via mare da Sirte è stata già ridimensionata dal ministro degli Interni, Angelino Alfano, nella conferenza stampa di Ferragosto sulla sicurezza, in cui ha parlato di «smentita» arrivata dalla Libia. Nelle ultime ore sarebbe caduto nelle mani delle forze sostenute dal governo di Sarraj anche un altro quartiere di Sirte, identificato dal portavoce come “Quartiere 2”.

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››