SERVICES

Gerusalemme capitale, la Cina preoccupata dalla mossa di Trump

Pechino - Trump ha «provocato un nido di calabroni», con la sua decisione, che «di sicuro accende la situazione in Medio Oriente, innescando una rabbia crescente verso gli Stati Uniti da parte delle Nazioni arabe e islamiche».

Pechino - La decisione del presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, di riconoscere ufficialmente Gerusalemme come capitale di Israele ha «provocato un nido di calabroni». Lo scrive oggi il tabloid di Pechino, Global Times, in un editoriale on line. «Questa ultima decisione manderà in macerie anni di sforzi diplomatici per la pace tra Israele e Palestina», è il giudizio netto del quotidiano di Pechino, e «avrà un impatto sul futuro panorama politico del Medio Oriente». Trump ha «provocato un nido di calabroni», con la sua decisione, che «di sicuro accende la situazione in Medio Oriente, innescando una rabbia crescente verso gli Stati Uniti da parte delle Nazioni arabe e islamiche». Il quotidiano traccia poi, anche un parallelo con la tensione in Corea del Nord, chiedendosi quale possa essere la prossima mossa di Trump. «Per esempio, sotto la sua leadership, gli Stati Uniti potrebbero essere seri nell’utilizzo della forza militare contro la Corea del Nord. Se Pyongyang rifiuterà di fermare i suoi test missilistici e nucleari, la possibilità che Trump ricorra alla forza armata è più alta».

Il portavoce del ministero degli Esteri, Geng Shuang, aveva espresso ieri preoccupazione sulla possibilità che gli Usa riconoscessero Gerusalemme come capitale di Israele, per il pericolo che si potessero aggravare le tensioni nell’area. «La questione sullo status di Gerusalemme è complicata e sensibile. Tutte le parti dovrebbero essere caute per mantenere la pace», aveva dichiarato il portavoce, Geng Shuang. «Tutte le parti dovrebbero evitare di scuotere le fondamenta di lungo periodo della risoluzione della questione palestinese ed evitare di creare nuove divisioni nella regione».

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››