SERVICES

Iran, il capo dei Pasdaran: «La rivolta è finita, puniremo i colpevoli»

Teheran - Il capo dei Pasdaran ha annunciato oggi «la fine della sedizione»: l’ondata di proteste che da cinque giorni aveva messo in grande difficoltà il regime della Repubblica Islamica.

Teheran - Il capo dei Pasdaran ha annunciato oggi «la fine della sedizione»: l’ondata di proteste che da cinque giorni aveva messo in grande difficoltà il regime della Repubblica Islamica.

«Si tratta di assembramenti che hanno contato al massimo 1.500 persone, ed in tutto il paese vi hanno preso parte al massimo 15.000 facinorosi», ha fatto sapere sul sito internet dei Guardiani della Rivoluzione il generale Mohammad Ali Jafari. Si tratta per lo più di «sediziosi che hanno ricevuto una formazione da parte della controrivoluzione e dei monafeghin», termine quest’ultimo che indica i Mojaheddin del Popolo Iraniano, forza tradizionalmente di opposizione della Repubblica Islamica. Questo ultimi «sono stati arrestati e saranno oggetto di una ferma risposta», come quanti hanno ceduto alle lusinghe americane «ed hanno fomentato i torbidi».
Quanto «è stato chiaro che origine avessero le sedizioni, il popolo iraniano a diviso il proprio cammino da loro, malgrado tutti i problemi economici, per difendere i propri valori e quelli della rivoluzione islamica», prosegue il messaggio del generale.

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››