SERVICES

Bruxelles boccia le nozze tra Tata Steel e Thyssenkrupp

Bruxelles - Secondo Bruxelles, l’operazione avrebbe limitato la concorrenza e fatto aumentare i prezzi per diversi tipi di acciaio.

Bruxelles - Stop dell’Antitrust Ue alle nozze tra i colossi dell’acciaio Tata Steel e Thyssenkrupp. Secondo Bruxelles, l’operazione avrebbe limitato la concorrenza e fatto aumentare i prezzi per diversi tipi di acciaio. Le parti, cui la Commissione aveva chiesto chiarimenti, «non hanno fornito sufficienti garanzie» e, dunque, la concorrenza Ue ha deciso di non dare il via libera all’operazione.

«L’acciaio è fondamentale per molte cose che usiamo nella nostra vita quotidiana, dal cibo in scatola all’auto, milioni di persone in Europa lavorano in questi settori e le aziende dipendono dai prezzi competitivi dell’acciaio per vendere a livello globale - ha detto ha detto il commissario Ue alla concorrenza, Margrethe Vestager, secondo ci l’operazione Tata Steel-ThyssenKrupp avrebbe comportato un aumento dei prezzi. «Per questo - ha aggiunto - abbiamo proibito la fusione per evitare gravi danni ai clienti industriali e ai consumatori europei». La decisione della Commissione fa seguito a un’indagine approfondita sulla joint venture proposta, che avrebbe combinato le attività di ThyssenKrupp e Tata Steel nello Spazio economico europeo. ThyssenKrupp è il secondo produttore di acciaio al carbonio in Europa, mentre Tata Steel è il terzo più grande. La Commissione riorda che il «settore siderurgico europeo è un settore chiave in tutto il sistema economico europeo, impiega circa 360.000 persone, di 500 siti di produzione in 23 Stati membri dell’UE» e aggiunge che la decisione di oggi «preserva la concorrenza effettiva dei mercati siderurgici europei e la competitività di questo settore».

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››