SERVICES

L’economia di Hong Kong è entrata ufficialmente in recessione

Roma - Il terzo trimestre chiude con un calo del Pil pari al 3,2% congiunturale, confermando il dato comunicato dalle autorità in lettura preliminare.

Roma - L’economia di Hong Kong entra ufficialmente in recessione per la prima volta dal 2009, affondata dalle violenze e dalle proteste che stanno scuotendo la città ormai da mesi e dalle tensioni sul commercio tra Stati e Cina. Il terzo trimestre chiude con un calo del Pil pari al 3,2% congiunturale, confermando il dato comunicato dalle autorità in lettura preliminare. Su base annua la contrazione è del 2,9%. E dopo il -0,5% segnato nel secondo trimestre l’ingresso in recessione tecnica è conclamato.
Gli scontri tra manifestanti e polizia hanno fatto precipitare l’hub commerciale e finanziario nella sua peggiore crisi da quando Hong Kong è tornata alla Cina nel 1997. I turisti stanno cancellando le prenotazioni, i commercianti hanno visto crollare le vendite e la Borsa arranca. E la crisi commerciale tra Pechino e Washington ha completato l’opera affondando l’export.

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››