SERVICES

Petronas studia lo sfruttamento di due giacimenti in Iran

Teheran - La società energetica della Malesia, Petronas, ha firmato un accordo per lo studio dello sfruttamento dei giacimenti petroliferi iraniani di South Azadegan e Cheshmeh Khosh.

Teheran - La società energetica della Malesia, Petronas, ha firmato un accordo per lo studio dello sfruttamento dei giacimenti petroliferi iraniani di South Azadegan e Cheshmeh Khosh. Secondo l’agenzia Shana, di proprietà del ministero del petrolio iraniano, l’accordo con la Petronas è stato firmato dalla NIOC, la compagnia nazionale del petrolio dell’Iran. La Petronas è una delle vecchie clienti del petrolio iraniano che però ha interrotto le proprie relazioni con Teheran nel 2011, per via delle sanzioni internazionali. La società ha inoltre collaborato con la francese Total e la russa Gazprom nello sviluppo delle fasi 2 e 3 del giacimento South Pars.

L’Iran ha affidato lo studio dei giacimenti di South Azadegan e Cheshmeh Khosh a diversi colossi energetici internazionali per poter poi scegliere il progetto più conveniente. Il giacimento di South Azadegan si trova nella provincia del Khouzestan, a sud-ovest dell’Iran, dove si trovano il 90% dei giacimenti di petrolio della nazione; South Azadegan produce attualmente circa 40.000 barili di petrolio al giorno (bpg); lo stesso giacimento sarà oggetto di studio pure per la Shell. Cheshmeh Khosh si trova invece nella provincia occidentale dell’Elam e pur essendo stato scoperto nel 1975 deve ancora iniziare la produzione che si stima attorno a 18,000 bpg di petrolio e 115 milioni di piedi cubi di gas naturale giornalieri. La Gazprom è l’altra società che ha firmato un accordo per lo studio di questo giacimento.

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››