SERVICES

Petrolio, i sauditi non escludono un ulteriore taglio della produzione

Davos - Al-Falih ha detto che «non escluderebbe» un altro taglio, che dovrebbe seguire quello già deciso a dicembre e scattato il primo gennaio. Il ministro ha anche ricordato che in passato l’Opec è stata spesso costretta a tagliare la produzione a più riprese per stabilizzare il mercato.

Davos - L’Arabia Saudita non esclude un ulteriore taglio delle quote di produzione di petrolio nel caso in cui i prezzi non dovessero salire abbastanza. Ne ha parlato il ministro dell’Energia Khalid Al-Falih intervenendo al World Economic Forum. Al-Falih ha detto che «non escluderebbe» un altro taglio, che dovrebbe seguire quello già deciso a dicembre e scattato il primo gennaio. Il ministro ha anche ricordato che in passato l’Opec è stata spesso costretta a tagliare la produzione a più riprese per stabilizzare il mercato. Un’altra corrente di pensiero, ha aggiunto, afferma che il recente taglio alla produzione possa essere esteso ulteriormente, tuttavia, ha osservato, i ministri del Petrolio non vogliono creare una carenza sul mercato troppo presto

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››