SERVICES

«Accordo vantaggioso per entrambi i gruppi» / INTERVISTA

Genova - «Si chiude un’epoca,ma le nostre attività confluiscono in un gruppo tutto italiano con grande know-how e questo fa piacere. Noi proseguiamo sulla strada intrapresa anni fa». Dopo oltre un anno di trattativa, Api acquista il 100% di TotalErg

Genova - «Si chiude un’epoca, ma le nostre attività confluiscono in un gruppo tutto italiano con grande know-how e questo fa piacere. Noi proseguiamo sulla strada intrapresa anni fa». Dopo oltre un anno di trattativa, Api acquista il 100% di TotalErg. Il presidente di Erg, Edoardo Garrone, parla di «operazione vantaggiosa per entrambi i gruppi».

Erg esce definitivamente dal petrolifero.

«Dopo 79 anni di attività, ma è sono ormai diversi anni che lavoriamo strategicamente in questa direzione. Certo, siamo stati uno degli attori del petrolio in Italia, insieme ai Brachetti Peretti e ai Moratti. Ora rimane Api, primo operatore insieme a Eni».

È soddisfatto?

«Molto. Il percorso avrebbe potuto prendere pieghe diverse rispetto all’accordo di oggi (ieri, ndr). L’accordo è positivo per noi e per Api. Erg avrà ulteriori risorse da investire sulle rinnovabili, Api rafforza la sua posizione. Penso anche alle 500 persone che entrano in questo gruppo forte, competitivo, competente».

Quando il nuovo piano industriale del gruppo Erg?

«Al più tardi nella primavera del 2018. Abbiamo una posizione finanziaria solida, possiamo investire e vogliamo farlo».

Dove in particolare?

«Nell’eolico all’estero. Ma siamo anche determinati a entrare nel fotovoltaico: stiamo guardando diverse cose interessanti, oggi lo consideriamo un settore strategico».

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››