SERVICES

Code al Brennero, Tirolo: «Nessun dosaggio ai tir»

Roma - Il numero chiuso di 300 tir all’ora «è stato adottato solamente a Kufstein (frontiera austriaca-tedesca) e in direzione Sud, non in direzione Nord».

Roma - La coda di 70 chilometri di tir in Alto Adige verso il Brennero martedì scorso non è stato causato dal cosiddetto “dosaggio” di mezzi pesanti in Austria. Come precisa il land Tirolo, il numero chiuso di 300 tir all’ora «è stato adottato solamente a Kufstein (frontiera austriaca-tedesca) e in direzione sud, non in direzione nord». «Di conseguenza - prosegue il land Tirolo - , il dosaggio ha comportato un rallentamento del traffico alla frontiera tedesca in direzione sud, e non nella direzione opposta. È dunque chiaro che il dosaggio a Kufstein non può essere stato la causa delle difficoltà sull’A22 in direzione nord tra Bolzano e Vipiteno. Al contrario: sul valico del Brennero non sono state adottate in alcun momento misure per dosare il traffico merci - il dosaggio è stato applicato esclusivamente alla frontiera austriaca-tedesca a Kufstein e in direzione sud». «I giorni interessati dalle misure di dosaggio sono stati comunicati tempestivamente alle autorità e ai partner italiani e non sono in alcun modo collegati con le code sull’A22 del Brennero tra Bolzano e Vipiteno in direzione Nord», afferma il Bernhard Knapp, direttore del dipartimento per il diritto dei trasporti del Land Tirolo. «Le code verificatesi sull’A22 non sono state causate dal dosaggio in Austria ma dal forte traffico e dal collo di bottiglia del casello autostradale di Vipiteno».

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››