SERVICES

Signorini: «La ferrovia riapre tra un mese»

Genova - Il presidente del porto di Genova: «A giorni dovremo avere i dati raccolti dalle sonde inserite nei resti del ponte, e sulla base di tali risultanze il Sindaco Bucci dovrà autorizzare l’ingresso dei tecnici di Rete Ferroviaria Italiana nell’area».

Genova - La linea ferroviaria merci della Valpolcevera, interrotta a causa del crollo del ponte Morandi, potrebbe tornare operativa entro un mese. È questa la previsione del presidente dell’Autorità di Sistema Portuale Paolo Emilio Signorini, in occasione della visita genovese del coordinatore europeo del Corridoio Reno-Alpi Pawel Wojciechowski, «che per il nostro porto - assicura Signorini - è un interlocutore fondamentale».

La riapertura della linea rappresenta uno dei passaggi più importanti per ridurre il traffico di mezzi pesanti sulle arterie stradali cittadine: «Penso che, ragionevolmente, - aggiunge Signorini - entro un mese questo importante obiettivo potrebbe essere raggiunto. A giorni dovremo avere i dati raccolti dalle sonde inserite nei resti del ponte, e sulla base di tali risultanze il Sindaco Bucci dovrà autorizzare l’ingresso dei tecnici di Rete Ferroviaria Italiana nell’area, che, come ha ricordato il Procuratore, è oggetto di indagini ma non è posta sotto sequestro. A quel punto, nel giro di alcune settimane il gestore della rete ferroviaria dovrebbe poter ripristinare la linea».

Ormai imminente dovrebbe essere, invece, l’apertura della strada a mare, all’interno delle aree Ilva, dedicata al traffico dei camion che oggi sono costretti a transitare su lungomare Canepa: «Non la inaugureremo il 15 settembre, come previsto inizialmente, ma potremo farlo già il 17 o il 18», ha confermato il sindaco di Genova Marco Bucci

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››