SERVICES

Tav, la Ue minaccia: «Italia rischia di dover restituire i fondi»

Genova - La Commissione: «È importante che tutte le parti mantengano i loro sforzi per completare la Tav in tempo, in linea con l’accordo di finanziamento».

Genova - La Commissione Ue non può escludere di chiedere all’Italia di ripagare i contributi Cef già avuti se i fondi non possono essere ragionevolmente spesi in linea con le scadenze dell’accordo di finanziamento, in applicazione del principio `usare o perdere i fondi´». Così un portavoce della Commissione Ue dopo l’annuncio di rinvio al 2019 delle decisioni sulla Tav. «Al momento non può essere indicata una cifra» ma, ha sottolineato il portavoce, «speriamo questo non succeda perché pensiamo che la Torino-Lione sia un progetto importante».

«È importante che tutte le parti mantengano i loro sforzi per completare» la Tav «in tempo, in linea con l’accordo di finanziamento», in quanto si tratta di «un progetto importante non solo per la Francia e l’Italia ma per l’intera Ue, soprattutto nel contesto del corridoio Ue Ten-T Mediterraneo». Così un portavoce della Commissione Ue, sottolineando che per questa sua «dimensione strategica europea è finanziato in modo significativo dal bilancio Ue».

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››