SERVICES

Trasporti in sciopero, è rischio caos

Genova - Mercoledì e venerdì sciopero nazionale: il blocco riguarda tutto il comparto.

Genova - Mercoledì e venerdì saranno due giornate difficili per chi vuole spostarsi a ridosso dell’esodo estivo: i sindacati di categoria non tornano indietro e nonostante la convocazione al Mit di martedì 23 luglio hanno confermato lo sciopero nazionale dei trasporti suddiviso in due giornate. Il 24 luglio si fermano tutti i settori del trasporto pubblico locale, ferroviario, merci e logistica, marittimo e porti, autostrade, taxi, autonoleggio e il 26 luglio incrociano le braccia i lavoratori del trasporto aereo. La protesta è stata indetta contro l’«immobilismo» del governo, e a sostegno della vertenza Alitalia. Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti hanno indetto lo stop «per dare sostegno alla piattaforma unitaria di proposte “Rimettiamo in movimento il Paese” indirizzata al Governo». Chiedono «regole certe» soprattutto nel settore aereo per non ripetere casi come Alitalia che deve concorrere con le low cost con «una gamba legata», maggiori investimenti, sblocco dei cantieri e una politica delle infrastrutture efficace per attrarre le imprese estere ma anche quelle italiane nel nostro Paese. Lamentano «indifferenza» da parte del governo e chiedono di riprendere il progetto “Connettere l’Italia”, ideato dall’esecutivo precedente, che prevedeva lo sblocco di 106 opere ’essenzialì per l’Italia.

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››