SERVICES

Più navi in Europa per Norwegian Cruise Line

Trieste - Norwegian Cruise Line ha svelato la sua programmazione europea per la stagione estiva 2017: la grande novità è rappresentata dall’invio nel vecchio continente della “Norwegian Getaway” che sarà basata a Copenaghen

Trieste - Norwegian Cruise Line ha svelato la sua programmazione europea per la stagione estiva 2017: la grande novità è rappresentata dall’invio nel vecchio continente della “Norwegian Getaway” che sarà basata a Copenaghen. In questo modo le navi “europee” di Ncl passano da quattro a cinque, segnale significativo dell’interesse di questo marchio per il mercato sia Mediterraneo che del Nord Europa. “Getaway” è la penultima nuova costruzione della compagnia e con le sue 145.655 tonnellate di stazza lorda rappresenta una delle navi di punta della flotta. A bordo si trovano 2.014 cabine per i passeggeri per una capienza totale di 4.500 ospiti.

Consegnata nel 2014 da Meyer Werft, finora ha sempre avuto Miami come home port e quindi il suo posizionamento in Germania rappresenta un ritorno a casa per questa nave che è nata sulle rive del fiume Ems. Da maggio a settembre effettuerà l’itinerario nel Mar Baltico di nove notti toccando Warnemünde (quartiere portuale di Rostock dove ci sarà anche la possibilità d’imbarco), Tallinn, Helsinki, Stoccolma, ma soprattutto la splendida San Pietroburgo dove la nave resterà due giorni.

Anche la “Norwegian Jade”, che negli ultimi anni d’estate è sempre stata posizionata a Venezia, sarà inviata nel Nord Europa dove avrà come home port Amsterdam, Southampton e soprattutto la nuova tappa di Amburgo. Da questi porti offrirà crociere verso diverse destinazioni come l’Europa Occidentale, i fiordi norvegesi, l’Islanda e la Scozia. “Jade” inizierà la sua stagione europea partendo da Amburgo il 14 maggio 2017 dopo due settimane e mezzo di bacino di carenaggio. Questi lavori fanno parte del piano di rinnovamento delle unità più vecchie della flotta chiamato “The Norwegian Edge”; sono stati previsti 400 milioni di dollari d’investimento per lavori di adeguamento di nove navi Ncl. Nel Mediterraneo invece la nave di punta rimane la “Norwegian Epic” che con le sue 155.873 tonnellate di stazza lorda è la seconda unità della flotta.

Lo scorso autunno, nel corso del refitting nel bacino di Brest, è stata la prima nave a essere adeguata agli standard delle ultime unità inaugurate da Ncl; quindi anche gli ospiti che hanno già viaggiato con questa nave potranno trovare a bordo tante novità. Offrirà le consuete crociere nel Mediterraneo Occidentale di sette notti con home port a Barcellona, Marsiglia e Civitavecchia. La piccola “Norwegian Spirit” invece ripresenterà gli itinerari di 10 e 11 notti tra il porto catalano e Venezia. Quest’ultima, tradizionale porto d’imbarco della compagnia guidata da Andy Stuart, sarà la base di “Norwegian Star”, che al ritorno dall’Australia raggiungerà la Serenissima per coprire lo storico itinerario Ncl del Mediterraneo Orientale. Da Venezia questa nave offrirà normalmente due itinerari diversi alternati di sette notti.

Uno denominato “Isole Greche” che vedrà la presenza continuativa dello scalo di Ravenna, l’altro chiamato “Adriatico, Grecia e Turchia” vedrà la nave raggiungere anche il porto turco di Kusadasi. Infatti Ncl Holdings ha appena annunciato la sospensione delle toccate in Turchia delle navi dei suoi tre marchi; ma come dimostra la pubblicazione dei nuovi itinerari, la compagnia è fiduciosa sulla possibilità, una volta calmate le acque, di riprendere con questa destinazione tanto cara ai crocieristi di tutto il mondo. Infine anche Istanbul dovrebbe essere toccata da “Star” nel corso di una crociera di riposizionamento in partenza da Venezia il 29 ottobre 2017.