SERVICES

Costa Crociere, distribuito anche a Civitavecchia il cibo non servito sulle navi

Genova - Esteso il progetto di collaborazione tra la compagnia e Fondazione Banco Alimentare Onlus. In Liguria sono state destinate finora 8.500 porzioni alimentari a ragazzi in difficoltà.

Genova - Raccogliere il cibo preparato ma non servito nei ristoranti delle navi Costa Crociere e garantirne la distribuzione a un’organizzazione locale che fornisce assistenza a ragazzi in difficoltà. È quanto prevede il progetto di collaborazione tra Costa Crociere e Fondazione Banco Alimentare Onlus, che ha esteso a Civitavecchia l’esperienza iniziata a Savona, dove sono state destinate finora 8.500 porzioni alimentari. Il programma - ha dichiarato l’on Maria Chiara Gadda, promotrice e relatrice della legge a favore delle donazioni di eccedenze alimentari - testimonia concretamente che «recuperare cibo buono e sano, con un fine importante come la solidarietà sociale, è possibile sempre, anche nei luoghi più impensati, come una nave da crociera, o nei luoghi di vacanza e di divertimento».

«Da oggi altri 36 ragazzi potranno beneficiare di preparazioni culinarie di altissima qualità, sia dal punto di vista del gusto che dal punto di vista del loro valore nutrizionale e questo non può che renderci orgogliosi e ripagarci degli sforzi fatti per raggiungere questo importante obiettivo - ha detto Marco Lucchini, segretario generale della Fondazione Banco Alimentare - Siamo già pronti ad impegnarci per concretizzare i prossimi sviluppi di questo importante progetto che speriamo possa presto raggiungere il porto di Palermo».

«Il nostro impegno continua per estendere ulteriormente il programma anche ad altre navi della flotta Costa e ad altri porti di scalo nel Mediterraneo - ha dichiarato Giuseppe Carino, vice president guest experience di Costa Crociere. Ogni giovedì precedente l’arrivo della nave Costa Diadema a Civitavecchia verranno raccolti tutti i piatti preparati nelle aree ristorazione e non serviti agli ospiti, che saranno riposti in appositi contenitori di alluminio, sigillati e etichettati per garantirne la tracciabilità, e poi conservati nelle celle frigorifere di bordo. Il mattino seguente, dopo l’attracco della nave al porto di Civitavecchia, i contenitori saranno consegnati ai volontari del Banco Alimentare, che li porteranno presso la Onlus «La Repubblica dei Ragazzi», una comunità sita sull’Aurelia a Civitavecchia che ospita ragazzi con gravi problemi familiari fornendo loro assistenza e formazione educativa.

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››