SERVICES

Tempesta nell’Atlantico, la nave affronta onde alte 10 metri / VIDEO

New York - La Norwegian Breakaway stava tornando verso New York quando si è trovata in mezzo al ciclone bomba che ha colpito gli Stati Uniti.

New York - Onde alte 10 metri, cabine allagate, docce “esplose”: è stata una crociera da incubo per i 4mila passeggeri di una nave da crociera della Norwegian Cruise Line che la scorsa settima si sono ritrovati in Atlantico nel bel mezzo del ciclone bomba che ha investito le coste orientali degli Stati Uniti. La «Breakaway», questo il nome della nave lunga 320 metri, ha attraccato a New York venerdì scorso dopo due giorni in balia della tempesta e dai racconti è emersa un’esperienza «traumatica» anche per i crocieristi più navigati. Nei momenti peggiori, in centinaia si sono radunati nelle sale centrali della nave ai piani inferiori, le uniche in cui il rollio era sopportabile. «Quando sei nel mezzo dell’oceano e dalle scale scende giù acqua pensi che la cosa non finirà bene», ha raccontato Del Ross, un passeggero, alla Cbs. Durante la tempesta, c’erano infiltrazioni dal soffitto, dalle trombe degli ascensori e persino nelle cabine c’erano 5 centimetri di acqua con le docce che «esplodevano» con getti d’acqua. «C’era gente che piangeva, tutti vomitavano, è stato un incubo», ha spiegato una passeggera, Olivia Ross, «oscillava talmente tanto che tremavo. Sono totalmente traumatizzata, non salirò mai più su alcun tipo di imbarcazione». «Mi sono aggrappato alla vita», è stata la testimonianza di Conor Vogt, «onestamente non ero sicuro che saremmo riusciti a passare la notte, la nave si inclinava tutta, era come impazzita». «Sono volata per tutta la cabina e sono atterrata in bagno, poi mi sono alzata, mi sono messa sul letto e ho detto una preghiera», ha raccontato Elizabeth Vogt, che ha detto di essere stata confortata dalla tranquillità dell’equipaggio. Un’altra passeggera, Brenda Wriedt, ha però criticato i messaggi del comandante dall’altoparlante che si limitavano a riferite che il mare era «agitato». «Questo lo vedevamo da soli, avrebbe dovuto darci qualche informazione in più». In un comunicato la Norwegian si è scusata con i passeggeri, spiegando che la nave «ha incontrato condizioni meteo più forti rispetto alle previsioni» a causa del ciclone bomba.

GUARDA IL VIDEO

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››