SERVICES

Seaview, il gigante da 800 milioni facile da manovrare

Genova - Tutti i segreti della nuova nave di Msc Crociere, la più grande mai costruita in Italia.

Genova - MSC Seaview è arrivata a Genova pronta per la grande festa del battesimo di sabato prossimo.

Con una stazza lorda di 153.816 tonnellate è la più grande nave mai costruita in Italia assieme alla sorella MSC Seaside; è lunga “fuori tutto” 323,45 metri e larga al galleggiamento 41 metri con un pescaggio di 8,55 metri. La generazione elettrica è garantita da 4 motori Wärtsilä, due 12W46F da 14.400 kw e due 14W46F da 16.800 kw, per una potenza totale installata di 62,4 MW; 2 motori elettrici da 20 MW sono in grado di spingerla ad una velocità di 22 nodi.

Nonostante le dimensioni questo “gigante” può vantare un’eccezionale manovrabilità grazie a due eliche principali esapala a passo fisso accoppiate a due timoni Becker; per le manovre dispone di ben 7 eliche trasversali (4 prodiere e 3 poppiere) con una potenza di 3,1 MW ciascuna.

A bordo i passeggeri hanno a disposizione 2.066 cabine (il 73% con balcone) in grado di ospitare un massimo di 5.331 persone a cui vanno aggiunti 1.482 membri dell’equipaggio alloggiati in 759 cabine. Realizzata nello stabilimento Fincantieri di Monfalcone è costata circa 800 milioni di euro: il “concept design” di “Seaview” è opera della matita dell’Ingegnere Maurizio Cergol che ha ideato una “silhouette” molto particolare per stupire i crocieristi. Infatti questa nave è stata concepita per i climi caldi e vanta una bellissima passeggiata scoperta ai ponti 7-8, mentre la linea esterna è caratterizzata dal fumaiolo posizionato a centro nave e quindi con una sala macchine in posizione avanzata rispetto ad altre unità.

Gli spazi pubblici raggiungono i 46.000 mq di cui ben 14.000 scoperti, mentre l’allestimento interno è stato ideato da grandi firme del settore come De Jorio Design International, Tillberg Design e Yran & Storbraaten Architects. Lo studio dei flussi è stato completamente rivoluzionato scegliendo la soluzione di convogliare i movimenti dei passeggeri solo su due vani scala invece dei tre adottati tradizionalmente da Fincantieri. Mentre per quanto riguarda gli ascensori troviamo, in aggiunta a quelli attigui ai vani, quelli panoramici poppieri che permettono di ammirare la scia della nave da una posizione unica.

Il rispetto dell’ambiente è una caratteristica fondamentale di questa nave. Infatti a bordo sono presenti due scrubbers ibridi per depurare i gas di scarico dei motori della sala macchine prodiera. Inoltre la nave dispone di circa 40.000 punti luce dove è stata utilizzata al massimo la tecnologia led per garantire il massimo risparmio energetico. Per quanto riguarda il carburante “Seaview” può consumare sia l’MGO (Marine Gas Oil) che l’HFO (Heavy Fuel Oil): entrambi possono essere immagazzinati a bordo con una procedura di cambio automatico quando la nave entra in zone ECA cioè Area di controllo delle emissioni di zolfo, come il mare del Nord e il Mar Baltico, le coste USA e in futuro il Mar Mediterraneo. Quindi in qualunque momento si può decidere di alimentare i motori con il carburante a basso tenore di zolfo.

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››