SERVICES

Caronte & Tourist, Basalt investirà 220 milioni

Palermo - Il gruppo prevede inoltre di costruire da 3 a 5 nuove navi nei prossimi cinque anni.

Palermo - Il fondo inglese Basalt ha chiuso l’acquisizione di una partecipazione del 30% della messinese Caronte & Tourist che possiede e gestisce 26 traghetti. L’iniziativa è stata presentata a Palermo. Basalt Infrastructure Partners è un fondo di investimento azionario per infrastrutture che si concentra sugli investimenti in utility, energia e infrastrutture di trasporto in Europa e Nord America. L’acquisizione di Caronte & Tourist è la quinta transazione stipulata da Basalt. Altri investimenti in Basalt comprendono Detroit Renewable Energy, North Star, Mareccio Energia e DB Energy Assets. C&T è un gruppo marittimo con oltre 50 anni di storia, leader nel segmento dei traghetti (operante principalmente nello Stretto di Messina e che collega tutte le isole minori siciliane). Oggi conta circa mille dipendenti e un fatturato di poco meno di 220 milioni di euro. Il gruppo prevede inoltre di costruire da 3 a 5 nuove navi nei prossimi cinque anni con un piano di investimenti di oltre 200 milioni. «Dopo aver valutato la possibilità di quotare in borsa la società - dice l’amministratore delegato di Caronte&Tourist, Vincenzo Franza - abbiamo ricevuto l’interesse di un partner finanziario capace di apprezzare le strategie e gli investimenti di lungo periodo e disponibile ad affiancarci nel percorso inevitabilmente non breve per la realizzazione del nostro piano. Abbiamo trovato il Partner che cercavamo in Basalt, che nella persona di Jon Hanna e del suo team ha duramente lavorato per chiudere questa operazione». Rob Gregor, Managing Partner della società, afferma: «Siamo entusiasti dell’opportunità di investire in Caronte & Tourist attraverso un processo di acquisizione bilaterale e al fianco di investitori operativi locali con esperienza. Caronte & Tourist è un’opportunità di investimento molto interessante in un business di traghetti diversificato con caratteristiche infrastrutturali fondamentali».

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››