SERVICES

Crociere, negli Emirati crescita del 124%

Roma - Occhi puntati sul Medio Oriente per i grandi operatori delle crociere, in particolare sugli Emirati Arabi. L’Osservatorio Ticketcrociere rivela un aumento percentuale di prenotazioni nel 2019 del +124% rispetto al 2018

Roma - Occhi puntati sul Medio Oriente per i grandi operatori delle crociere, in particolare sugli Emirati Arabi. L’Osservatorio Ticketcrociere rivela un aumento percentuale di prenotazioni nel 2019 del +124% rispetto al 2018. Si tratta di una destinazione sempre più richiesta, che coniuga storia, cultura, avventura, shopping di lusso, sport, divertimento e mare. Se prima turismo nel Golfo Persico significava Dubai, dopo alcuni anni è arrivata Abu Dhabi e adesso è cresciuto l’interesse per città come Doha, in Qatar, già protagonista della scena sportiva internazionale e adesso anche porto e scalo delle grandi navi.

Grazie all’aumento delle navi posizionate negli Emirati durante autunno e inverno, il porto di Dubai quest’anno fa segnare un +135% di prenotazioni rispetto al 2018, quello di Abu Dhabi un +49% e Doha che diventa anche porto di imbarco è la novità del 2019: «I numeri delle crociere - commenta Nicola Lorusso, amministratore di Ticketcrociere - continuano a crescere e sono tante le destinazioni che quest’anno hanno davanti il segno più. Ci sono Sud e Nord America, Mediterraneo, Caraibi, ma nessuna è cresciuta come gli Emirati». Ticketcrociere è il marchio italiano di Taoticket, agenzia di viaggi in rete specializzata nel segmento crociere che nel 2018 ha fatto registrare quasi 20 mila prenotazioni, per un volume d’affari di circa 16 milioni di euro. Per il 2019 l’azienda prevede una crescita del 22%, con un fatturato che toccherebbe quota 20 milioni di euro.

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››