SERVICES

Caronte & Tourist rinnova la flotta

Genova - Firmata la commessa per la prima nuova nave. Franza: «È la prima volta in 20 anni che viene firmato un nuovo ordine per il servizio pubblico marittimo locale».

Genova - «Dopo vent’anni si realizza una nuova nave nel servizio pubblico». L’annuncio è di Vincenzo Franza, presidente di Caronte & Tourist Isole Minori Spa, la società costituita per gestire navi e personale della Siremar acquisita tre anni fa. «Avevamo da tempo in corso contatti con diversi cantieri. Adesso - spiega - siamo alla stretta finale, nel senso che abbiamo deciso di appaltare la costruzione della prima delle due nuove navi che metteremo in linea nei collegamenti a corto raggio con le isole. È la prima volta negli ultimi vent’anni di storia del servizio pubblico marittimo locale che una nuova nave entra in servizio». La Siremar dispone in atto di una flotta di 11 navi, impegnate a collegare 14 isole utilizzando 21 scali. Si tratta soprattutto di linee a corto raggio ma la compagnia collega anche Napoli, Pantelleria, Lampedusa. Sono circa 400 mila i passeggeri trasportati ogni anno, 80 mila le auto e 350 i marittimi impegnati (35 gli amministrativi).

«Ricostruire, potenziare, rilanciare - per Franza - sono le tre direttrici lungo le quali ci siamo mossi. Abbiamo avviato un dialogo con lo Stato e la Regione perchè non possiamo più permetterci sovrapposizioni, duplicazioni o inutile concorrenza. I soldi pubblici insomma devono essere spesi meglio. Noi siamo qui a fare la nostra parte. Pensiamo di arrivare a scadenza della Convenzione con una flotta rinnovata per l’80% e con una organizzazione efficientata anche nella prospettiva di proporre tariffe più favorevoli per i passeggeri». E incalza: «Ci aspettiamo passi in avanti anche dai nostri interlocutori nella politica e nella burocrazia. Perchè è indubbio - tanto per fare un esempio - che esista anche un problema di interconnessione tra navi, treni e bus che noi da soli non possiamo risolvere». Una delle eredità della vecchia gestione Siremar è una flotta con un’età media pari a 31 anni che comporta sforzi di rilievo per la manutenzione ordinaria (13,5 milioni l’anno).

«Il rinnovamento della flotta - ha detto a questo proposito Edoardo Bonanno, Ad di Caronte & Tourist Isole minori - è il nostro primo e più ambizioso obiettivo. È un programma da 250 milioni di euro. Ma questa è la strada che abbiamo deciso di percorrere». Caronte & Tourist è stata la prima Compagnia nel Mediterraneo a mettere in linea una nave a Gnl, cioè gas naturale liquefatto, ed anche le due nuove utilizzeranno questo combustibile pulito, che permette - ad esempio - una riduzione delle emissioni di Co2 del 40%. Le due nuove navi potranno utilizzare anche la propulsione elettrica e dunque tenere in porto i motori termici spenti.

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››