SERVICES

«Confitarma, serve un candidato unitario»

Genova - La riunione di domani,a Roma, sembrava l’ultima tappa di una passeggiata di salute: l’accordo per la presidenza di Confitarma era stato siglato, Mario Mattioli veleggiava verso la presidenza degli armatori con relativa sicurezza, grazie al sostegno di Ezio Rosina che si era accontentato del ruolo di vice

Genova - La riunione di domani, a Roma, sembrava l’ultima tappa di una passeggiata di salute: l’accordo per la presidenza di Confitarma era stato siglato, Mario Mattioli veleggiava verso la presidenza degli armatori con relativa sicurezza, grazie al sostegno di Ezio Rosina che si era accontentato del ruolo di vice. L’asse Napoli-Genova però ha retto un paio di giorni: il tempo di leggere l’intervista a Stefano Messina pubblicata dal Secolo XIX/TheMediTelegraph che ha rimesso tutto in discussione. Tanto che Matteo Catani, il giovane amministratore delegato di Gnv, la compagnia di traghetti controllata da Msc, è netto: «Auspichiamo una soluzione più bilanciata che rappresenti gli interessi di tutta la categoria».

In che senso?
«Semplice: martedì a Roma, nell’incontro con la commissione, in qualità di rappresentante di Gnv esprimerò la nostra preferenza per una diversa configurazione».

Vuol dire che l’accordo sul tandem Mattioli-Rosina non va bene?

«Non è proprio così. Le spiego: sulla caratura delle persone non si discute. Mattioli è una persona per bene, preparata e conosce alla perfezione la macchina di Confitarma e il mondo associativo. È il profilo che non ci convince…»

Perché?

«Perché ci sono oggettivi elementi che ci portano a pensare che alcune candidature siano divisive, mentre noi chiediamo unità all’associazione. Si rischia con questo schema di privilegiare un aspetto del nostro settore (quello dei servizi tecnico-nautici e del rimorchio in particolare, ndr) che però è solo una parte dell’armamento italiano. Peraltro, non per colpa di Mattioli che è rimasto con grande entusiasmo in associazione, i rimorchiatori sono usciti da Confitarma tempo fa…»

Ma come farete a proporre un’alternativa?

«Chiediamo semplicemente di trovare una candidatura che esprima un profilo di unità. Siamo di fronte a sfide epocali per la categoria e dovremo parlare con una sola voce quando saremo di fronte a questi temi. Penso alla formazione, alla tonnage tax, al registro, alla nuova normativa…Se andiamo avanti con questa configurazione rischiamo di avere troppe voci nel settore, a volte persino discordanti. Ripeto: serve unità e cominciamo da Confitarma».

Però non è l’unica questione aperta…

«No. Il problema dell’unitarietà è sentito a tutti i livelli e riguarda le associazioni: oggi ci sono troppe voci. Così perdiamo forza come settore e non riusciamo ad affrontare le grandi sfide che ci attendono. Quando parlo di unità mi riferisco all’intero settore».

Torniamo a Confitarma: qual è il profilo di un presidente unitario?

«Deve essere un garante di tutti, non può rappresentare solo una parte, anche se importante. Non è un mistero: noi avevamo appoggiato nella prima fase la candidatura di Stefano Messina. Ha tutte le caratteristiche per recitare un ruolo di peso. Anche Rosina possiede le qualità che cerchiamo e sarebbe un presidente di garanzia per l’associazione. Ha una caratura internazionale e un’enorme esperienza».

Ma c’è veramente spazio per la trattativa?

«Non è una trattativa. Chiediamo che la commissione individui una candidatura che rappresenti in modo equilibrato tutti gli interessi degli associati. Stando così le cose, non vedo questo equilibrio».

Il tandem Mattioli-Rosina aveva però la maggioranza dei consensi…

«Lo dice lei. E comunque le soluzioni ottimali non vengono mai prese a maggioranza. Io parlo a nome di Gnv, la compagnia che rappresento, ma guardi che molti associati la pensano come noi. Serve una voce unita e forte. Vedrà che la troveremo…»

Altrimenti uscirete?

«Se siamo qui a cercare di trovare una soluzione unitaria è perché crediamo nella forza di Confitarma. Certo, ora serve una soluzione diversa se non dovesse arrivare faremo le nostre valutazioni…»

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››