SERVICES

Crociere in Catalogna: piccoli porti crescono / REPORTAGE

Barcellona - Mentre a Barcellona aumenta la tensione con Madrid Tarragona e Palamòs macinano record a tre cifre.

Barcellona - Che il mercato crocieristico spagnolo fosse avviato a diventare sempre meno governato dal duopolio Barcellona-Malaga lo si era capito da diverso tempo.

Sul litorale catalano infatti, la città di Tarragona ha fatto un notevole balzo in avanti dopo l’approdo di Costa Crociere. Il numero di passeggeri è triplicato ed stata chiusa la miglior stagione di sempre. Per il prossimo anno si prevede una crescita del 50%.

Pensare che nel 2014 solo tre navi da crociera erano approdate nel bacino del porto, mentre nel 2015 non si superarono le 12 unità. La scommessa dell’Autorità portuale ha portato i suoi frutti con il raggiungimento di 37 crociere nel 2017 (appena sotto al numero che si era previsto), ma con una crescita di 51 mila passeggeri (+284%) rispetto al 2016: «Siamo molto soddisfatti, è innegabile» sottolinea Josep Andreu, presidente dell’Authority. Fernando Aldecoa, direttore generale di Port Aventura, il grande parco divertimenti nei pressi di Tarragona, sottolinea proprio l’evoluzione che ha registrato questo tipo di turismo: «Toccare queste cifre record in così poco margine di tempo è un motivo di orgoglio».
Registrati gratuitamente o scarica la nostra App per continuare la lettura sul magazine mensile

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››