SERVICES

Cina, petroliera affondata, relitto a 115 metri di profondità

Pechino - Il carico della petroliera era di 136.000 tonnellate di greggio raffinato: allo stato solo tre corpi dei 32 componenti dell’equipaggio sono stati ritrovati.

Pechino - Il ministero dei Trasporti cinese ha riferito che la petroliera iraniana Sanchi, affondata domenica a circa 50 km a sudest di Shanghai, è stata rintracciata alla profondità di 115 metri nel mar Cinese orientale e a breve sarà inviato un robot sottomarino per ulteriori accertamenti. Secondo l’agenzia Nuova Cina, lo scafo è stato individuato ieri mattina da un’unità di sorveglianza marina. I lavori di recupero del condensato ultraleggero, fuoriuscito a seguito della collisione del 6 gennaio della Sanchi col mercantile Cf Crystal registrato a Hong Kong, procedono a ritmo serrato. Il carico della petroliera era di 136.000 tonnellate di greggio raffinato: allo stato solo tre corpi dei 32 componenti dell’equipaggio sono stati ritrovati. Lo Shanghai Maritime Search and Rescue Center e un quotidiano di Hong Kong hanno anticipato che sarà inviata sul posto una nave di salvataggio più grande a supporto delle operazioni ostacolate dalle condizioni meteo e marine non sempre ottimali.

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››