SERVICES

Si ritira il fondatore di Hutchison

Genova - Alla soglia dei 90 anni, Li Ka-shing a capo dell’impero fondato 70 anni fa, lascia le redini al figlio Victor. Tra le attività del gruppo anche i porti e le infrastrutture.

Genova - Li Ka-shing, il primo miliardario di Hong Kong con una fortuna stimata da Forbes in 36 miliardi di dollari grazie a un impero che spazia dall’immobiliare alla telefonia, ha annunciato il ritiro alla soglia dei suoi 90 anni. Il tycoon, soprannominato «Superman», ha annunciato in una affollata conferenza stampa la rinuncia alle cariche di presidente e direttore esecutivo di CK Hutchison Holdings dopo l’assemblea annuale di maggio, con il passaggio dei poteri a favore del figlio Victor.

Li, partito dal nulla, ha costruito in oltre 70 anni (in estate spegnerà 90 candeline) un impero cresciuto insieme al boom di Hong Kong come piazza finanziaria e strategica in Asia: da zero alla 23/ma posizione della lista dei Paperoni del mondo, secondo l’ultima lista stilata da Forbes, con un’impresa che gli è valso il soprannome di «Superman ». Il suo gruppo ha attività che spaziano dai porti alle utility, dalle infrastrutture all’energia, dalle tlc (anche in Italia ad esempio con l’operatore mobile «3») all’immobiliare al retail. Li ha fatto il suo annuncio nella tradizionale conferenza stampa dopo la diffusione dei risultati annuali delle quattro società quotate, tra cui la capogruppo CK Hutchison Holdings. Quest’ultima ha precisato in una nota che il tycoon si ritirerà dalle cariche operative all’assemblea annuale di maggio, mantenendo il titolo di senior advisor. La gestione dell’impero economico passerà al figlio più grande Victor, ora un direttore generale, che diventerà presidente. «Ho fiducia in lui», ha affermato motivando la scelta della successione. «Ho lavorato con lui per 33 anni. Victor è ok».

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››