SERVICES

Onorato, i ro-ro di Flensburg operativi da gennaio

Milano - Entreranno in servizio dai primi di gennaio 2019 sulla linea Genova-Livorno-Catania-Malta le due nuove navi roll on-roll off da 4.200 metri della flotta del gruppo Onorato Armatori che sono in fase di avanzata costruzione nel cantiere tedesco di Flensburg

Milano - Entreranno in servizio dai primi di gennaio 2019 sulla linea Genova-Livorno-Catania-Malta le due nuove navi roll on-roll off da 4.200 metri della flotta del gruppo Onorato Armatori che sono in fase di avanzata costruzione nel cantiere tedesco di Flensburg.

Insieme la “Maria Grazia Onorato”, varata nei giorni scorsi, e la gemella “Alf Pollak” non saranno solo in grado di spostare sul mare quasi nove chilometri di traffico camionistico dallo Stretto di Messina e dalle autostrade sull’asse Nord-Sud, ma specialmente, dicono da Onorato Armatori, daranno ulteriore spazio di crescita a tutte le piccole e medie imprese della Sicilia ma anche dell’isola di Malta: «Sono segno di grande soddisfazione per noi– sottolinea il presidente del gruppo, Vincenzo Onorato - le continue manifestazioni di consenso e di appoggio che le piccole e medie imprese di autotrasporto ci esprimono, salutando con reale gioia quella rottura di posizioni monopolistiche che nel settore delle autostrade del mare e in particolare in Sicilia e a Malta si stavano trasformando in una loro condanna a morte».

Quando circa un anno fa due navi di Tirrenia con una ridotta capacità di trasporto si affacciarono per la prima volta a Catania, le previsioni di sopravvivenza per il servizio che svolgevano, variavano dai due giorni alle due settimane - dicono da Onorato Armatori -. L’ingresso di un nuovo operatore competitivo sulle rotte siciliane ha dato nuovo impulso al mercato, giovando in particolare alle piccole e medie imprese dell’autotrasporto e alla produzione agro-alimentare «che sta trovando con le navi del gruppo Onorato, «nuove vie dirette verso i mercati. Costante incremento della capacità di carico, totale rifiuto a praticare pressioni e ricatti sulle aziende di autotrasporto, qualità e tempi del servizio, tariffe competitive. Questi gli ingredienti di una ricetta semplice che sta ridando fiato all’economia della Sicilia, Isola nella quale proprio per evitare la pressione dei monopoli ancora sette milioni di metri lineari di mezzi pesanti ogni anno preferiscono affrontare la traversata dello Stretto e quindi la faticosissima risalita della penisola in autostrada e che ora hanno a disposizione una reale alternativa. Lo stesso vale per Malta, Isola che aveva subito ad esempio la cancellazione monopolista della rotta di collegamento con Napoli e che ha risposto con carico ed entusiasmo al ripristino della stessa da parte del gruppo Onorato».

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››