SERVICES

Confetra e Fedit a difesa dei corrieri: avviato confronto con il MISE

«Abbiamo incontrato il Sottosegretario allo Sviluppo Economico, Onorevole Andrea Cioffi, per rappresentare al Governo la difficile situazione cui stanno andando incontro le nostre aziende del mondo dei corrieri» ha dichiarato Enzo Solaro, segretario generale di FEDIT Federazione Italiana Trasportatori. «In tutti i maggiori Paesi UE i servizi postali hanno una regolamentazione ben diversa rispetto a quella dei movimentatori e trasportatori di merce. Una regolamentazione incentrata, giustamente, sul principio del servizio universale esigibile dal cittadino utente e con chiare caratteristiche pubblicistiche, sostenuto anche da risorse pubbliche, e di interesse generale. Viceversa, il cliente di una impresa logistica non può pretendere la garanzia del servizio, ma solo l’adempimento di un libero contratto di fornitura servizi tra imprese. In Italia, a differenza di quanto accade in Paesi come Germania, Inghilterra e Francia, i corrieri espressi per operare devono ottenere e pagare una autorizzazione allo svolgimento dei servizi postali. In aggiunta, adesso verrebbe richiesta anche l’adozione del contratto aziendale delle poste invece del CCNL Logistica e Trasporto merce oggi applicato. A nome delle migliaia di imprese, grandi e piccole, che in italia svolgono attività di corriere espresso, chiediamo che questo non avvenga in quanto causerebbe un inutile aggravio di costi, vincoli ed ampimenti burocratici ad un settore che viceversa fa della velocità e della competitività la cifra distintiva del proprio business».

Il presidente di Confetra, Nereo Marcucci aggiunge: «Nel nostro Paese DHL, BRT, UpS, GLS, FedEx, TnT e tante altre grandi realtà industriali hanno fatto investimenti importanti. Hanno flotte importanti e danno lavoro a migliaia di persone. Sarebbe opportuno non assumere provvedimenti “creativi” che minino la competitività del sistema produttivo nazionale».

Questa è una delle richieste che la Confetra porrà al Governo anche in occasione della prossima Assemblea Pubblica Annuale, il prossimo 17 ottobre a Roma al Tempio di Adriano, e che sarà conclusa dal Ministro Toninelli.

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››