SERVICES

Irisl cambia insegne a quattro portacontainer

Genova - Le navi sono rimaste all’ancora per colpa delle sanzioni Usa: ora navigheranno in Asia sotto la bandiera di una società di Shanghai riconducibile a Teheran.

Genova - Le quattro portacontainer ordinate da Irisl (Islamic Republic of Iran Shipping Lines) e mai utilizzate sotto l’insegna della compagnia iraniana, adesso solcheranno I mari con una diversa identità. Si tratta di quattro bavi costruite da Hyundai Heavy in Corea con una capacità di 14.500 teu che Teheran ha deciso di utilizzare in modo diverso dopo la conferma dell’arrivo delle sanzioni americane decise dal presidente Donald Trump. Le portacontainer saranno utilizzate da Reach Group, con sede a Shanghai ma società riconducibile a Irisl, Lo rivela Alphaliner. La rotta che seguiranno sarà di collegamento tra la Cina e lo Sri Lanka

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››