SERVICES

Msc Crociere, tutti i segreti dell’isola privata ai Caraibi

Trieste - La prima nave della compagnia che vi scalerà sarà la Msc Meraviglia che raggiungerà le sue cristalline acque il prossimo 9 novembre.

Trieste - Msc Crociere ha svelato i dettagli di “Ocean Cay Msc Marine Reserve”, la sua isola privata alle Bahamas che aprirà i battenti entro l’anno. La prima nave della compagnia che vi scalerà sarà la Msc Meraviglia che raggiungerà le sue cristalline acque il prossimo 9 novembre.

Si concretizzerà così un’altra fase della penetrazione di Msc nel mercato nordamericano dove già i principali palyers dell’area hanno a disposizione un’isola per le proprie navi. Parliamo di Carnival, Royal Caribbean, NCL e Disney. Gli investimenti della società di Aponte non si fermeranno qui visto che è in fase di progettazione un ulteriore terminal a Miami concepito per ospitare i giganti della “World Class” da oltre 200.000 tonnellate di stazza lorda e 7.000 passeggeri. Ma torniamo all’isola, che prima dell’interessamento di Msc , era un insediamento industriale utilizzato per l’estrazione della sabbia.

Nelle parole di Gianni Onorato, amministratore delegato di Msc Crociere, tutto l’entusiasmo per questo progetto: «Ocean Cay andrà ad arricchire i nostri itinerari dei Caraibi, con partenza da Miami e l’Avana, ed è destinata a diventare una delle mete iconiche per i nostri ospiti. Abbiamo ideato un’esperienza unica complementare alla bellezza mozzafiato della natura circostante di questa parte dei Caraibi. Non c’è stato bisogno di costruire in modo consistente su un’isola che ha già tutti gli ingredienti per essere un paradiso naturale, tuttavia abbiamo lavorato molto per ripulirne completamente l’area dalle tonnellate di rifiuti industriali che ne ingombravano la superficie, aiutando le sue spiagge a tornare pulite e le sue acque incontaminate».

L’isola è dotata di sette spiagge di sabbia bianca per un totale di due chilometri; ognuna con le sue caratteristiche peculiari permetterà agli ospiti di provare tutte le esperienze del turismo balneare. Intorno all’isola si trovano 64 miglia quadrate di acque protette lungo le quali si sta creando un vivaio di coralli. Ocean Cay si trova a sole 65 miglia a sud di Miami , questo vuol dire che le navi potranno rimanere ormeggiate al pontile dell’isola fino a sera, con la possibilità di godere delle atmosfere caraibiche anche oltre il tramonto. Ricordiamo che le navi ospitate saranno completamente operative durante questo scalo. Dall’ormeggio sarà possibile raggiungere qualsiasi punto dell’isola in meno di 20 minuti a piedi oppure utilizzando dei cart elettrici per gli ospiti. Quindi il passeggero sarà libero di salire e scendere dalla nave per usufruire dei suoi servizi, mentre se vorrà invece rimanere sempre a terra potrà disporre di diverse opzioni di ristorazione con supplemento. Ci saranno inoltre quattro aree destinate allo shopping per offrire agli ospiti l’opportunità di portare a casa souvenir o di trovare gli oggetti necessari per il proprio soggiorno. I villeggianti più esigenti invece potranno affittare privatamente per una giornata intera un’isola più piccola situata vicino al corpo principale di Ocean Cay. A loro disposizione avranno una barca che li accompagnerà all’isoletta e sarà pronta per ogni loro spostamento. Una tenda, lettini da sole, cibo e bevande a volontà saranno inclusi in questa ulteriore offerta. Nei pressi dell’isola si trova inoltre un vecchio relitto di una nave, luogo affascinante per gli amanti delle immersioni. L’investimento complessivo per Msc si aggira intorno ai 200 milioni di dollari e darà lavoro continuativo a 140 bahamensi che alloggeranno sull’isola, a cui si aggiungeranno i membri degli equipaggi delle navi che avranno anche loro un’area dedicata.

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››