SERVICES

Trasporto, allarme Confetra: «La crescita rallenta» / DOWNLOAD

Milano - La Nota congiunturale 2018 diffusa da Confetra mostra un rallentamento della crescita in tutte le modalità di trasporto.

Milano - La Nota congiunturale 2018 diffusa da Confetra mostra un rallentamento della crescita in tutte le modalità di trasporto. «Tale dinamica - si legge nel documento - come evidenziato nella Nota Congiunturale semestrale giugno 2018, è cominciata nella seconda metà del primo semestre e si è accentuata nella seconda metà dell’anno ripercorrendo l’andamento dell’indice della produzione industriale rilevato dall’Istat: nei primi sei mesi una crescita media dei tassi tendenziali del +2,7% che va affievolendosi con il trascorrere dei mesi e un secondo semestre con una media del -1,3% che porta la media dell’intero anno al +0,7%. Parallelamente si sono indebolite le prospettive per il commercio mondiale che le ultime stime della Banca d’Italia prevedono al 3,5% nel 2019, oltre due punti percentuali in meno rispetto al 2017, sia per i numerosi fattori di rischio, dalla trattativa commerciale Stati Uniti-Cina alle modalità di uscita del Regno Unito dall’Unione europea, sia per il rallentamento dell’attività economica in Cina, che ha fatto registrare una crescita del +6,6%, la minima dal 1990».

*** SCARICA IL DOCUMENTO INTEGRALE ***

Come nel primo semestre, i comparti che meno hanno risentito di questa congiuntura sono stati quello stradale e quello corrieristico la cui crescita risulta comunque rallentata. Il primo ha fatto registrare un +2,4% nel groupage e un +2,5% nell’internazionale a carico completo (contro un +6,1 ed un +6,5 nel 2017), confermato sia dal traffico autostradale cresciuto del 2,6% nei primi undici mesi, sia dai transiti nei valichi alpini aumentati del 3,3%. Il ramo corrieristico ha registrato un +2,5 per cento nelle consegne nazionali (contro un 3,5 dell’anno precedente) e un +4,0 per cento in quelle internazionali (contro un 6,9 del 2017) coerente con la continua espansione dell’e-Commerce. Gli acquisti on line degli italiani da siti nazionali ed internazionali raggiungono infatti i 27,4 miliardi di euro. In terreno negativo il dato del trasporto ferroviario (-0,4% treni/km) e quello aereo (-0,4%).

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››