SERVICES

Dis, Paolo d’Amico: «Conti miglioreranno nel secondo semestre»

Genova - Il ceo della compagnia: «L’Imo 2020 sarà una vera rivoluzione che porterà un aumento del mercato dei noli perché c’è un’aspettativa della crescita della domanda nell’ordine del 10%-14%».

Genova - La d’Amico International Shipping vede un «serio miglioramento dei conti nella seconda metà dell’anno». Lo ha detto il presidente e Ceo del gruppo, Paolo d’Amico, a margine della Star Conference 2019 in Borsa Italiana. L’imprenditore è fiducioso su una ripresa del mercato del trasporto marittimo, convinto che «avverrà abbastanza presto», grazie «ad un aumento fisiologico della domanda» e grazie al fatto che «nel 2019 la crescita della capacità di raffinazione ha toccato il record e l’incremento è avvenuto per il 75% in Asia e Medio Oriente. Quindi i prodotti si dovranno spostare». In attesa della ripresa, il gruppo d’Amico, specializzata nelle navi cisterna, ha lanciato un aumento di capitale di circa 44 milioni di euro che «è garantito dalla famiglia» e «ci permetterà di irrobustire il bilancio», spiega il Ceo, ricordando che il gruppo viene da un rinnovo della flotta che «ha impegnato l’azienda per circa 750 milioni di dollari». Le navi sono «tutte allineate» alla nuova normativa, Imo 2020, che impone una limitazione del quantitativo di zolfo nei carburanti. «Sarà una vera rivoluzione che porterà un aumento del mercato dei noli perché c’è un’aspettativa dell’aumento della domanda nell’ordine del 10%-14%», sostiene d’Amico.

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››