SERVICES

L’export di gas Usa verso la Cina è più forte dei dazi

Genova - Ne è convinta Cheniere che vuole approfittare del cambio di strategia di Pechino: meno carbone, più gas.

Genova - Il trasporto di gas naturale liquefatto dagli Stati Uniti alla Cina aumenterà nel lungo termine nonostante le continue tensioni commerciali tra Washington e Pechino. Ne sono sicuri i dirigenti di Cheniere Energy, il più grande esportatore americano di gas. «È chiaro che il commercio di Lng degli Stati Uniti con la Cina è appena iniziato perché è lo stesso Lng degli Stati Uniti ad aver appena iniziato», ha detto il vicepresidente di Cheniere, Robert Fee.

Cheniere ha consegnato 62 carichi di Lng alla Cina da quando ha iniziato a esportare dal febbraio 2016. Fino ad ora solo tre carichi di gas americano sono stati consegnati in Cina, a fronte di 16 carichi nel primo trimestre dello scorso anno. Gli Stati Uniti e la Cina hanno iniziato a imporre dazi sui rispettivi beni a luglio dello scorso anno, anche se sono in corso trattative per risolvere la controversia commerciale. La Cina ha aggiunto l’Lng alla sua lista tariffaria in agosto e ha imposto un dazio del 10% a settembre. Gli Stati Uniti sono l’esportatore al mondo di Lng con la crescita più rapida, mentre la Cina è l’importatore più famelico dal momento in cui Pechino ha deciso di diminuire l’utilizzo del carbone per ridurre l’inquinamento.

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››