SERVICES

Il Portogallo lancia i “Panda Bond”

Genova - Per Lisbona, l’obiettivo «è entrare in un mercato di grandi dimensioni, con forte liquidità», ha spiegato Ricardo Mourinho Felix, segretario di Stato alle Finanze.

Genova - Il Portogallo sarà il primo Stato europeo a lanciare un emissione in yuan sul mercato cinese. Il collocamento dei titoli è fissato per la prossima settimana, ha spiegato un portavoce del ministero delle Finanze. L’obbligazione ammonterà a 2 miliardi di renmibi, pari a 240 milioni di euro, con una scadenza a 3 anni. Si tratterà del primo Panda bond per un Paese dell’Eurozona, ma non il primo per una nazione dell’Unione europea, palma che spetta a un’emissione polacca del 2016. Anche l’Austria ha siglato ad aprile un accordo con la Industrial and Commercial Bank of China per lanciare Panda bond, obbligazioni emesse in Cina da emittenti stranieri. Nel 2014, la Gran Bretagna aveva invece collocato un’obbligazione in yuan per l’equivalente di 490 milioni di dollari, ma sul proprio mercato, con l’intenzione di fare di Londra una piazza forte per lo yuan fuori dalla Cina. Per Lisbona, l’obiettivo «è entrare in un mercato di grandi dimensioni, con forte liquidità», ha spiegato Ricardo Mourinho Felix, segretario di Stato alle Finanze.

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››