SERVICES

Grecia, la banca dello shipping vuole liberarsi di 600 milioni

Genova - Piraeus Bank esplora anche l’opzione della “bad bank”: «Valutiamo tutti, ma ora avanti col piano dio risanamento». I fondi stanno alla finestra.

Genova - Piraeus Bank, il maggiore istituto che finanzia lo shipping greco, ha ammesso che esiste l’opzione per la creazione di una bad bank a cui dare in dote gli Npl non ancora ceduti. «Non abbiamo ancora preso una decisione» spiegano dalla Banca, «soprattutto mentre il programma di ristrutturazione sta andando avanti». Secondo fonti locali, Piraeus Bank aveva intenzione di liberarsi di npl legati allo shipping, per cifre comprese tra 500 e 600 milioni di euro.

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››