SERVICES

Golf, il primo “Memorial Paolo Messina” a sostegno dell’ospedale Gaslini

Genova - Oltre un milione e mezzo di euro in 15 anni. E’ la cifra raccolta giocando a golf per beneficenza, sul green di Rapallo. Un appuntamento attesisissimo nel mondo internazionale dello shipping, il Pro/Am, organizzato ogni anno dalla Società Messina.

Genova - Oltre un milione e mezzo di euro in 15 anni. E’ la cifra raccolta giocando a golf per beneficenza, sul green di Rapallo. Un appuntamento attesisissimo nel mondo internazionale dello shipping, il Pro/Am, organizzato ogni anno dalla Società Messina. Che anche per il 2019, chiama a raccolta amici e clienti, per questo primo “Memorial Paolo Messina”: martedì 18 giugno. Un ricordo tanto doveroso, quanto affettuoso di un uomo che ha lasciato un vuoto davvero incolmabile, tra chi ha avuto la fortuna di conoscerlo.

A Rapallo, come da tradizione, si sfideranno campioni e semplici giocatori di golf in arrivo da mezzo mondo. Sia per una giornata di divertimento, sia per le finalità benefiche del “Memorial Paolo Messina”, che devolverà interamente l’incasso delle iscrizioni – finora più di 140 – a favore della Fondazione malattie renali del bambino, che opera a favore dell’ospedale pediatrico Giannina Gaslini. Il centro di ricerca della Fondazione, in collaborazione con il National Institute of Health statunitense, gestisce uno dei più importanti database delle malattie renali in Europa. Ed è punto di riferimento per tutti gli ospedali italiani ed europei. Grazie all’alta specializzazione, il team di ricerca è riuscito a far progredire la capacità di diagnosticare precocemente e curare il rigetto del trapianto renale, causato da anticorpi che si sviluppano nel medio e lungo termine. Anche e soprattutto per i piccoli malati, perché possano poi condurre una vita normale, si sfideranno i “golfisti dello shipping”. Ma non solo. Tra le new entry nel mondo del golf, il campione di tennis Fabio Fognini. Pare abbia avuto una folgorazione per questo sport. Anche lui è atteso al “Memorial Paolo Messina”, impegni permettendo. Tantopiù che un’altra tennista di fama mondiale è la madrina dell’evento: Lea Pericoli, icona del tennis e di eleganza senza tempo.

Dopo la sfida sul green, cena di gala placée al ristorante del Golf di Rapallo. Come sempre intervallata dall’asta di Guido Wannenes, battuta da Luciano. Oltre una decina i pezzi che andranno all’incanto, offerti da aziende che hanno voluto a loro volta contribuire all’iniziativa benefica, donando i loro prodotti. In una seconda gara, dopo quella sul green, ma non meno accanita e appassionata tra gli ospiti, per aggiudicarsi la borsa di Stefano Conticelli, la sacca da golf griffata Luis Vuitton, una borsa Chanel, una vacanza sulla Grimaldi e... No, non si può far sapere proprio tutto in anticipo, per non rovinare la sorpresa. Certo è, che come di consueto, sarà tutto venduto. Tra sorrisi e battute. Nel ricordo di Paolo Messina.

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››