SERVICES

«Marebonus e Ferrobonus siano strutturali»

Roma - Rendere strutturali gli incentivi Marebonus e Ferrobonus. È quanto chiede l’Alis, l’associazione aderente a Confindustria che riunisce le aziende di logistica. Il passaggio dovrebbe avvenire «erogando i contributi direttamente alle aziende di trasporto e logistica e snellendo le procedure burocratiche»

Roma - Rendere strutturali gli incentivi Marebonus e Ferrobonus. È quanto chiede l’Alis, l’associazione aderente a Confindustria che riunisce le aziende di logistica. Il passaggio dovrebbe avvenire «erogando i contributi direttamente alle aziende di trasporto e logistica e snellendo le procedure burocratiche per la ricezione». Allo stesso tempo «auspichiamo anche un adeguamento normativo su base nazionale, anziché diversificato Regione per Regione come avviene oggi, in riferimento all’esenzione della tassa di possesso per i veicoli Gnl», ha spiegato il presidente di Alis, Guido Grimaldi in occasione del consiglio direttivo dell’associazione .

Per migliorare la competitività delle aziende logistiche italiane nel mercato domestico e continentale Alis chiede inoltre una serie di interventi di settore che vanno dalla rimodulazione delle tasse portuali, al rinnovo del parco veicolare, alla riduzione dei pedaggi autostradali, riduzione della tassa di possesso per veicoli Gnl, E-cmr, tachigrafo intelligente, Semplificazione e riassetto normativo per la logistica intermodale delle merci pericolose e semplificazione delle procedure di revisione degli autoveicoli adibiti al trasporto merci conto terzi».

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››