SERVICES

Il premier di Gibilterra: «La petroliera può partire quando vuole»

Gibilterra - Ieri la Corte suprema si è pronunciata a favore del dissequestro della nave iraniana, bloccata dalla Marina britannica il 4 luglio scorso per sospetto di trasportare petrolio per la Siria dilaniata dalla guerra in violazione delle sanzioni internazionali.

Gibilterra - La petroliera iraniana Grace 1 «può lasciare Gibilterra quando vuole». Lo ha dichiarato il premier dell’enclave britannica, Fabian Picardo, e ha sottolineato che la Corte suprema «valuterà ogni tentativo americano di impedire alla Grace 1 di lasciare le acque territoriali di Gibilterra». Ieri la Corte suprema si è pronunciata a favore del dissequestro della nave iraniana, bloccata dalla Marina britannica il 4 luglio scorso per sospetto di trasportare petrolio per la Siria dilaniata dalla guerra in violazione delle sanzioni internazionali. La decisione ha rappresentato un colpo per Washington che aveva tentato fino all’ultimo di prorogare il sequestro. Il rilascio è arrivato dopo che il governo di Gibilterra aveva dichiarato di aver ricevuto assicurazioni scritte dall’Iran secondo cui la Grace 1 non si sarebbe diretta verso Paesi «soggetti alle sanzioni dell’Unione europea». «Abbiamo privato il regime di Assad in Siria di oltre 140 milioni di dollari di greggio», ha commentato il premier Picardo.

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››