SERVICES

Nave da crociera “arrestata” nell’Artico per un debito di 70 mila euro

Genova - A bordo c’erano ancora i passeggeri, pronti per le altre tappe della crociera di lusso tra i ghiacci.

Genova - Non è rimasta bloccata a lungo, ma per i passeggeri a bordo non sono state ore difficili. La nave da crociera RCGS Resolute della compagnia della British Columbia One Ocean Expeditions, è stata arrestata nel porto di Iqaluit, nell’isola di Baffin a latitudini artiche. Lo stop è arrivato dopo l’ingiunzione di pagamento arrivata da un’agenzia marittima della Nova Scotia che reclamava il pagamento di quasi 70 mila euro. La soluzione della vicenda è arrivata velocemente e i passeggeri della nave da spedizione hanno potuto riprendere il viaggio.

La One Ocean a maggio era stata costretta a lasciar tornare in Russia due unità concesse da Mosca, la Akademik Sergey Vavilov e la Akademik Ioffe che servivano nella flotta passeggeri della compagnia. Improvvisamente il governo russo si è ritirato dall’accordo con la One Ocean e sulla disdetta del contratto la compagnia è stata costretta a rivolgersi al tribunale internazionale.

Leggi anche: “Mosca punta sul rimorchiatore artico da 1,5 miliardi di dollari”

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››