SERVICES

Taiwan, trenta giorni per demolire la nave fantasma cinese

Yilan - La nave - senza nome e senza equipaggio - fu trovata per la prima volta alla deriva al largo della costa nord-orientale di Taiwan il 27 settembre, prima di scontrare le rocce vicino al porto di Daxi.

Yilan - I lavori si smantellamento della nave cinese senza carico incagliatasi nei pressi del promontorio di Yilan (Taiwan) a settembre inizieranno martedì prossimo (22 ottobre) e dureranno circa un mese, secondo il ministero dei Trasporti. La nave - senza nome e senza equipaggio - fu trovata per la prima volta alla deriva al largo della costa nord-orientale di Taiwan il 27 settembre, prima di scontrare le rocce vicino al porto di Daxi, nella cittadina di Toucheng, il giorno seguente. Solo il nome della città di Wuhu, nella provincia cinese di Anhui, era dipinta sullo scafo, indicandone la nazionalità.

Un funzionario dell’ufficio marittimo e portuale del ministero ha visitato il luogo dell’incidente sabato scorso, 19 ottobre, e ha incaricato di adottare misure per salvaguardare dall’inquinamento, mentre i trasporti marittimi e i residenti nell’area saranno protetti da eventuali effetti negativi dell’operazione di demolizione. La decisione di demolire la nave sul posto è stata adottata da un pool di esperti e autorità locali. Anche il rafforzamento dei venti da nord-est ha contribuito alla decisione di accelerare la rimozione del mercantile. Il completamento dell’attività è programmato entro 30 giorni lavorativi a partire da martedì prossimo.

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››