SERVICES

Il cantiere più grande dell’Asia potrebbe essere nazionalizzato

Genova - Il governo filippino pensa di salvare HHIC-Phil portandolo in dote allo Stato: i debiti ammontano a 400 milioni di dollari.

Genova - Tutte le opzioni saranno considerate dal governo filippino di Duerte per salvare il più grande cantiere del Paese e tra i principali di tutta l’Asia. HHIC-Phil rischia la bancarotta per un debito di 400 milioni di dollari con cinque banche locali. Oltre alle due offerte pervenute da altrettanti gruppi cinesi – una delle quali potrebbe essere Cosco - il governo filippino sta vagliando anche la possibilità di nazionalizzare i cantieri tanto che il presidente sarebbe disponibile a mettere in campo la soluzione statale pur di salvare il gruppo navalmeccanico.

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››