SERVICES

Per salvare i cantieri, la Croazia ora spera nella Cina

Genova - Il governo avvia colloqui con Pechino: in ballo il futuro di Scoglio Olivi e 3 Maj.

Genova - Il governo croato ha avviato colloqui con la Cina su una potenziale ristrutturazione del cantiere Scoglio Olivi (Uljanik). Il ministro dell’Economia Darko Horvat ha confermato che sono in corso discussioni con una delegazione cinese. Non ci sono però conferme di un eventuale coinvolgimento del primo ministro cinese Li Keqiang e di un eventuale contatto con potenziali investitori per i cantieri Uljanik e 3 Maj, che la Croazia ha rifiutato di salvare. Horvat ha detto che il partito cinese voleva sapere che tipo di navi potrebbero essere costruite a Scoglio Olivi. I media croati hanno riferito che i colloqui con i rappresentanti della China Shipbuilding Industry Corporation (CSIC) sono previsti il 16 aprile.

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››