SERVICES

Fincantieri, varato al Muggiano il primo pattugliatore d’altura polivalente

La Spezia - È stato varato stamani nello stabilimento Fincantieri di Muggiano (La Spezia) il primo pattugliatore polivalente d’altura Paolo Thab di Revel, il primo di sette unità. Sarà consegnato nel 2021.

La Spezia - È stato varato stamani nello stabilimento Fincantieri di Muggiano (La Spezia) il primo pattugliatore polivalente d’altura Paolo Thab di Revel, il primo di sette unità. Sarà consegnato nel 2021.
Il Ppa rientra nel piano di rinnovamento delle unità navali della Marina Militare deciso dal Governo e dal Parlamento e avviato con la legge navale nel 2015. Il pattugliatore è adatto a diverse tipologie di azioni, dal pattugliamento alle operazioni di protezione civile sino a nave combattente è stato spiegato. Presenti alla cerimonia il capo di stato maggiore della Marina Militare ammiraglio Valter Girardelli, la ministro della Difesa Elisabetta Trenta, l’ad di Fincantieri Giuseppe Bono. Il pattugliatore è dal punto di vista dell’ armamento ed equipaggiamento un “light”, con tecnologia Leonardo. Lungo 132.5 metri, può accogliere 171 uomini di equipaggio e fornire acqua ed energia elettrica a terra. Madrina della cerimonia la nipote dell’ammiraglio Thaon Di Revel, Irene Imperiali.

«È stato varato un altro gioiello della cantieristica nazionale, una unità innovativa nella una concessione secondo un nuova paradigma tutto italiano condiviso dalla Nato, basato su assetti navali multifunzione e una versalità strategica». Lo ha detto il ministro della Difesa Elisabetta Trenta al varo del pattugliatore d’altura Paolo Thaon di Revel. «Le forze armate passano da 3.0 a 4.0 - ha aggiunto Trenta - adatte ad affrontare il nuovo che avanza. La tendenza per il futuro è quella di rimodulare il concetto di Difesa, con un processo di aggiornamento costante. Tecnologia e innovazione hanno costi, non possiamo pensare di smettere di investire sulle forze armate e che i nostri sistemi di difesa invecchino. Sono orgogliosa della ratifica con il Mise di 7 miliardi euro destinati a programmi pluriennali della difesa, una manovra che punta all’efficienza delle forze armate e alla salvaguardia degli interessi economici del Paese».

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››