SERVICES

Ancona, più crociere con il nuovo terminal

Ancona - Un’infrastruttura necessaria per assicurare migliori condizioni di competitivitàdel porto internazionale di Ancona nel mercato del traffico marittimo, che già registra 1,2 milioni di passeggeri, in particolare quelle delle crociere in crescita nello scalo dorico

Ancona - Un’infrastruttura necessaria per assicurare migliori condizioni di competitività del porto internazionale di Ancona nel mercato del traffico marittimo, che già registra 1,2 milioni di passeggeri, in particolare quelle delle crociere in crescita nello scalo dorico. Questa la motivazione dell’approvazione martedì scorso, da parte del Comitato di gestione dell’Autorità di sistema portuale del mare Adriatico centrale, della variante localizzata al Piano regolatore portuale di Ancona che consentirà di realizzare il banchinamento del fronte esterno del Molo Clementino nel porto di Ancona, destinato alla costruzione del nuovo terminal crociere, di cui si è parlato insieme ad esperti del settore in un incontro che si è svolto ieri sera sulla Terrazza del Museo archeologico nazionale, alla presenza di rappresentanti sindacali, delle associazioni di categoria e della società civile, di un nutrito numero di imprenditori.

Erano presenti fra gli altri il rettore del’Università Politecnica delle Marche, Sauro Longhi, il direttore dell’Arpam Marche, Giancarlo Marchetti, il Tenente colonnello Spanò del Reparto operativo aereonavale della Guardia di Finanza di Ancona. L’incremento stimato del numero dei crocieristi nel 2019 nel porto dorico è di circa il 37% rispetto al 2018, con una previsione di 92.100 passeggeri rispetto agli oltre 67 mila dello scorso anno.

Secondo l’Adriatic Sea Tourism Report, presentato a maggio da Risposte Turismo con l’Autorità di sistema portuale alla Mole Vanvitelliana di Ancona, il 2019 si preannuncia come un anno record per il traffico crocieristico nell’Adriatico. Sarà di oltre 420 milioni di euro la spesa turistica a terra, nel 2018, di crocieristi e turisti in viaggio su traghetti, aliscafi e catamarani. Saranno 5,5 milioni i crocieristi movimentati previsti nel 2019 (+7,3% sul 2018), primato storico nell’area, con prospettive positive anche per la movimentazione passeggeri via traghetti, aliscafi e catamarani, già in crescita nel 2018 (19,7 milioni di passeggeri movimentati, + 2,4% sul 2017).

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››